Finalmente online il lavoro sull’efficacia in vitro di ARQ 092 nelle PROS

Dopo mesi di attesa, è finalmente online il lavoro di un gruppo di ricercatori e clinici prevalentemente italiani che hanno studiato gli effetti in vitro di ARQ 092 su fibroblasti di pazienti affetti da alcune malattie dello spettro PROS, di cui  la macrodattilia di tipo I fa parte.

ARQ 092, alias miransertib, è una piccola molecola attualmente in studio anche nell’uomo nel trattamento dei tumori, delle PROS e della sindrome di Proteus, patologia per la quale ha ottenuto la designazione di farmaco orfano dalla FDA e recentemente dall’EMA e di farmaco pediatrico per malattie rare dall’FDA.

Da questo studio sono emersi dati interessanti. Si sono cioè osservati:

  • la forte attività antiproliferativa della molecola;
  • una minore citotossicità rispetto ad altri farmaci (ad es. la rapamicina [sirolimus]).

Lo studio ha inoltre dimostrato che:

  • le cellule PROS sono AKT-dipendenti;
  • è vantaggioso inibire target più a valle rispetto a PI3K (la proteina codificata dal gene mutato in questo gruppo di patologie), perché consente di raggirare il problema di inibire una proteina presente in molte isoforme (e cioè versioni molto simili ma non identiche);
  • i pazienti affetti da PROS potrebbero trarre maggiori benefici dall’inibizione di Akt rispetto a quella di mTOR (come avviene ad esempio nel trattamento con sirolimus).

I risultati sono quindi promettenti. Ci auspichiamo pertanto che lo siano altrettanto quelli dello studio di fase I/II attualmente in corso anche in 3 centri italiani (al Bambino Gesù e al Gemelli di Roma e al Policlinico Vittorio Emanuele di Catania) che dovrebbe concludersi nel giugno 2020.

Lo studio è stato pubblicato su Neurogenetics ed è disponibile qui.

Please follow and like us: